Sull’amore via internet

[Edit 1/12 cambiato completamente impostazione del post :P ]

Devo ammetterlo… questi sono proprio tempi strani. Mi sento un po come un bambino in un nuovo mondo, che fa una scoperta dopo l’altra.

Mi appunto anche questo mio “ragionamento” perché temo che la mia memoria non sia all’altezza.

Allora… da dove inziare…

Diciamo che fin’ora l’amore (sembra di scrivere banalità) l’ho sempre tralasciato. Mi sono detto che ho troppi difetti, che nessuna mi avrebbe mai voluto come compagno finché non fossi riuscito a darmi una “sistemata”, e che, pertanto fin’ora ero ufficialmente non interessato alle ragazze.

Tutte scuse? Ovviamente (ma resto comunque convinto che per ora non ho speranza)

Comunque sia… da un po di tempo conosco via internet una ragazza (abbastanza lontana, per il vero), con cui, ho scoperto, mi piace moltissimo chattare, addirittura da sentirne la mancanza quando non c’è.

L’altro giorno è successa una cosa strana… non so come, da una conversazione con lei mi sono sentito apprezzato. E’ stata una bella sensazione, almeno il prenderne consapevolezza . Il fatto che una persona ti chiami solo per parlare, perché apprezza la tua compagnia, invece che per chiederti favori o perché non ha altro da fare… beh, è stata una cosa per me abbastanza strana, nuova (probabilmente sarà capitato altre volte ma non me ne sono mai reso conto, o forse è solo una conseguenza psicologica del chattare con una ragazza :P)

Poi, accortomi, durante una sua assenza che effettivamente mi mancava mi sono chiesto: perché mi manca tanto quando non c’è, c’è forse qualcosa? Mi piace, me ne sono forse invaghito? (notare che corro troppo :P)
Non ho ancora chiaro come ci si possa innamorare di una persona che si conosce fisicamente (nemmeno attraverso foto). Ho chiesto ad un amico, al quale (povero lui…) è capitato 2 volte, ma non sa ancora spiegarsi esattamente come avvenga.

Ho deciso quindi di rifletterci su ed approfondire la questione: può esistere un rapporto di amore completamente “virtuale”? che possibilità ha un rapporto del genere di funzionare?

(Notare bene, le prossime righe sono riferite in generale, sarei un folle a farmi tutti questi problemi per quella che per ora è solo una sensazione, non credete ?)

Alla prima domanda tenderei a rispondere sì… i rapporti di amore via internet possono esistere (si dice che l’importante è quello che si è dentro, non l’aspetto fisico), dopotutto internet è nato per mettere in comunicazione persone lontane, ma, mancando una conoscenza fisica, il rapporto rischia di rimanere incompleto, a cui mancherà sempre qualcosa. Mi sembra inolte necessario fare un’altra precisazione, l’amore può sbocciare grazie ad internet, internet è un grande strumento per conoscere gente, ma i rapporti nati via internet nascono, appunto, con la speranza di trasformarsi in rapporti reali. Ora… che succede se non si riesce a vedere, nemmeno in un futuro prossimo, la possibilità di un incontro dal vivo? L’amore rischierebbe di rimanere inconsistente, e, poiché fra due innamorati la voglia di vedersi c’è (eccome…), la cosa potrebbe diventare frustrante.

E  sarebbe giusto a quel punto rinunciare ad amori “reali” per una relazione così inconsistente? A meno che non si facciano “patti chiari” fin da subito in previsione del problema il rapporto è destinato a spezzarsi presto… almeno per come la vedo io.

Patti chiari… è una cosa che ammiro… soprattutto perché, non avendo io mai capito niente di come queste cose “dovrebbero andare da se” risultano utili come “regolamento”.

Altra domanda: Queste cose dovrebbero “andare da se”, essere spontanee, giusto? L’ostacolo principale spesso in questi casi è la timidezza, che su internet è un problema molto minore. Viene quindi da chiedersi: questo rapporto via internet è qualcosa “che va da se”, spontaneo o una mera “imitazione” di un rapporto reale ?

A mio parere su internet è spontaneo un rapporto di amicizia, di stare bene assieme, di volersi bene… ma non si può parlare di amore propriamente detto… conoscersi, corteggiarsi ecc va bene, ma un “fidanzamento” o comunque uno stare assieme sembra piu una forzatura, anche solo per il poco tempo da dedicare l’un l’altra, per la distanza, e, soprattutto, per l’impossibilità di fare e vivere tutti progetti “di vita insieme” .

Vale quindi davvero la pena di trasformare un rapporto di amicizia in un vero e proprio “stare assieme”? <Alla fine la relazione cambierebbe solo “burocraticamente”> ha detto il mio amico di prima. Io aggiungerei anche il fattore psicologico, la relazione potrebbe diventare piu “gustosa” ma aumenterebbe molto il rischio di diventare frustrante o finire male (taglio completo dei contatti e fine dell’amicizia).

Secondo me no, non vale la pena rischiare. A meno che, come ho detto prima, non si facciano “patti chiari”, in quel caso però la relazione sarebbe piu simile ad un gioco, a qualcosa di poco serio (di solito non si pongono limiti all’amore, o sbaglio ?).

Ritornando al mio caso:

Beh, dopo aver riflettuto e riflettuto (e dopo aver avuto modo di parlare con lei negli scorsi giorni) … sappia che la reputo una grande, la stimo, e la ringrazio per avermi ispirato questo post… e che non deve preoccuparsi, ora che entusiasmo e mille alti complessi psicolgici sono caduti, credo catalogherò anche questa come una delle mie solite, poco durature, “corse con il pensiero”.

E ringrazio anche alcuni miei amici (su cui ho scoperto di poter contare) per le loro esperienze, opinioni e pareri che mi sono serviti da base per la riflessione.

Annunci

Un pensiero su “Sull’amore via internet

  1. Una ragazza che chatta con te da 1000 km di distanza?
    Ci sono diverse vacanze e ponti a breve.
    Il viaggio d’andata sarà un’esperienza irripetibile. Via, tutt’al più, sarà stata comunuqe una buona occasione per visitare una città che non conosci. O, almeno, per sperimentare Trenitalia.

I commenti sono chiusi.